LO ZENZERO PUO’ MODULARE IL MICROBIOTA INTESTINALE

23.11.2018

Uno studio americano dell' Università di Louisville, Kentucky pubblicato sulla rivista Cell Host & Microbe, rivela come gli RNA esosomiali dello zenzero modulano il microbiota intestinale.

La dieta può alterare la composizione del microbiota intestinale, causando una vasta gamma di effetti sulla fisiologia dell'ospite. Le piante commestibili, in particolare, sono la principale fonte di energia per i microbi intestinali, ma non è noto se questi prodotti alimentari influenzino l'espressione dei geni batterici intestinali.

La dieta quindi può cambiare la composizione del nostro microbiota intestinale, ma il modo in cui specifici prodotti alimentari lo cambiano non è ancora chiaro.

Il contributo di questo studio è che gli RNA associati alle nanoparticelle simili agli esosomi (ELNs) di piante come lo zenzero modulano la composizione del microbiota intestinale e inducono la produzione di citochine associate alla funzione di barriera intestinale, e migliorano i sintomi della colite nei topi.

Lo studio evidenzia quindi come gli ELNs derivati dal cibo regolano sia i microbi commensali sia le cellule ospiti, suggerendo che potrebbero essere usati per alleviare le malattie associate ad alterazioni del microbiota intestinale.


Dr. Barbara Farina        www.barbarafarina.eu