IL FILLER INVISIBILE

09.11.2019

È una nuova tecnica iniettiva che stira il viso in maniera naturale e soft senza chirurgia.

Come si effettua?

Dopo aver applicato crema anestetica si passa all'infiltrazione di un filler di acido jaluronico di nuova generazione. La tecnica non è dolorosa, si può utilizzare teosyal pen e cannula per ottimizzare l'applicazione.

Il filler nascosto viene inserito ai bordi del viso lungo l'attaccatura dei capelli partendo dalle tempie si scende lungo il bordo anteriore all'orecchio e si termina appena sotto e posteriormente all’orecchio. In questo modo il filler crea un volume lateralmente al volto, stirando la cute ed il viso verso l'alto con un effetto "lifting" immediato e naturalissimo.

La novità di questa metodica sta proprio nel fatto di non focalizzare il riempimento nei punti del viso che tendono a cedere o a svuotarsi a causa della forza di gravità e del passare del tempo, ma di trovare dei punti di proiezione e di "tirage" per ottenere un effetto soft lifting.

Nei giorni successivi al trattamento la pelle risulterà più idratata, ringiovanita e luminosa per l'effetto biostimolante e idratante del filler.

Ogni nuova tecnica atta a migliorare il nostro aspetto gradevolmente, senza trasformazioni, con un fine curativo, per invecchiare con grazia è da apprezzare, soprattutto quando come in questo caso è il risultato di studi accurati riguardo l’anatomia del volto,  le sue proiezioni e le alterazioni delle proporzioni strutturali nel tempo.